Author

Sofia Chilesi

Curiosa dal 1992. Sofia,Toro,Terra.
cuore italiano. pastasciutta. pizza alta con tanto pomodoro. vino rosso.
la mia nonna che sbatte il mattarello sull’asse per tirare la sfoglia. la macchina del caffè. il tosaerba. gli scarponi sul sentiero.
i petali morbidi delle margherite. impastare.
il profumo del basilico fresco. le rose. i calicantus a gennaio. le lenzuola pulite. la casa della nonna. maggio.
le poesie che parlano di te. parigi. le peonie in vaso. l’alternarsi delle stagioni. i fiori di pesco. la neve che scende.

Lunedì e meno 10 alla vigilia di natale. Profumo di biscotti e rumore di pentole sul fuoco. Avete già pensato ai regali? Qui qualche idea per il packaging, per qualche regalo gastronomico, per decorare il vostro albero. Stay christmasy ♡

0d10dabd58f0dbf20c3385a5e0f1829b

Saritawalsh

042fc3cda4cfeeaa984d99885f5930dd

bog&idé

aebb29d83cac78cf164e133533486277

marthastewart

a7d854135e4e78ba946086bc5eedb454

homeyohmy

3c3972b0d878a7fa9da3a4bfa3be6368

unacasanonèuniglu

daf83fa8df5fa2e1fa0357ff04bc201f

d33670606972c2cfa1c7ab025223dff7

finelittleday

685151606f839dba7a1c1f690c6d5dfc

cosmocricket

d74e1e3e644dfef3dddd2821b85dcc7c

FRECKLEANDWULFF

7ba43bed1fdc4fec54a429995e00691b

homeyohmy

IMG_9777OK

 

8 dicembre e io speravo proprio in qualche fiocco di neve. Non per forza una cascata di fiocchi bianchi, di quelli accecanti che illuminano i prati. Mi sarei accontentata di qualche fiocco morbido che scende piano e timidamente si appoggia sull’erba, sull’abete, sui tetti, sui miei capelli. Invece sono immersa nella nebbia padana, quella che si taglia con il coltello, densa che un po’ si, fa casa, e quando sono a Trento un po’ mi manca, una coperta umida che ti avvolge silenziosa.

Mancano 16 giorni a Natale e sto imparando molte cose. Ad esempio, che persino io, in alcuni momenti, ho pensato che sarebbe stato un natale orribile, stupido, inutile. Ho pensato “io l’albero non lo faccio, non sono felice”. E invece no, proprio no. Lo faccio proprio per quello, per sentirmi bene, per sentirmi meglio.

Catch a falling star and put it in your pocket
never let it fade away
Catch a falling star and put it in your pocket
save it for a rainy day.

E’ questo il natale. Pensare che stia andando tutto male, malissimo e che niente si risolverà mai e che sarà tutto difficile e lungo… e poi, ritrovarsi davanti un grande albero con tante luci, le bacche rosse, l’oro luccicante e tutto questo in qualche modo ti scalda il cuore e per un attimo pensi: ce la faccio, ne uscirò, tutto tornerà come prima, andrà tutto bene.
Per questo dovrebbe essere natale tutto l’anno, per sempre. Il natale è bello, e il bello ci salverà.

IMG_9794OK

E oggi, biscotti tenerissimi, morbidi da inzuppare nel tè caldo: rustici al primo assaggio, fino a quando incontrerete la mela dolce. Perfetti.

Vi serviranno:

  • 100 g di farina 1
  • 100 gr di farina di farro
  • 15 noci
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 3 cucchiai di miele
  • 50 g di burro
  • 3 cucchiai di latte
  • 1 mela e mezza
  • mezza bustina di lievito

Mescolate la farina di farro con la farina 1. Tritate in un mixer lo zucchero di canna con le noci, trasferite il tutto nel mix di farine insieme al lievito. Mescolate in modo che il composto diventi omogeneo. Sciogliete a bagnomaria il burro e incorporatelo alle farine insieme a 3 cucchiai di miele (anche 4 se vi piacciono più dolci!). Amalgamate bene l’impasto, aggiungete le mele tagliate a dadini molto piccoli e tre cucchiai di latte. Formate i biscotti (con gli stampini, oppure a mano facendo delle palline e schiacciandoli, oppure dei rettangoli con il coltello: sbizzarritevi!), infornate su carta da forno e cuocete a 170° per 25 minuti. Dovranno scurirsi ma rimanere morbidi! Fate una scorpacciata con un buon tè nero. ♡

Mentre cucinate: Dean Martin – Let it snow

IMG_9745OK

 

Quindi, ci siamo. Oggi è il primo giorno di Dicembre e ne sento già la dolcezza. Dicembre, che ha il suono della neve che cade piano a terra e copre tutto. Ecco, inizia il countdown, -25 e ci siamo. 25 giorni di campanellini che preannunciano una grande tavolata rotonda e tante risate.
Love is what’s in the room with you at Christmas if you stop opening presents and listen.
Che poi non è proprio questa la parte più bella? Questa attesa che senti nell’aria, che anticipa il fermento, proprio quella in cui sembra che tutti trattengano il respiro, o meglio che lo perdano, dalla meraviglia, facendo “oooh”. Eh, io lo so cosa è che ci frega. Sono le luci, i fiocchi, i nastri, il vetro splendente, le corone di bacche, i maglioni caldi, la voglia di riempirsi di bello, ora e subito. Ed è questo che nelle giornate buie, quando ti sembra di perderti e di essere esposta (a chi? a cosa?) ti fa dire “no, non ci sto” (si, proprio così, un po’ sussurrato e un po’ no), e ricominciare da capo perché basta alzare gli occhi da terra, a dicembre, che è tutta una magia. Magia. Proprio quella che ti fa sperare sempre in qualcosa di buono e di dolce.

IMG_9752OK
Si inizia, oggi, con una bacchetta magica che fa biscotti, una volta a settimana fino a Natale. È questo Merry Sweety Christmas, un pensiero dolce a settimana per scaldare pomeriggi freddi di dicembre, mentre si impacchettano regali, si prepara l’albero insieme, in mano una tazza di tè fumante e per la casa il profumo di biscotti. Con i miei biscotti, questa domenica, ho scelto una miscela che mi ha stregata: Melissa è proprio dietro la Mole, un’erboristeria magica in cui ho sguinzagliato la zia (la mia pusher personale) che è tornata con il tè perfetto, il èé di Natale. Che è proprio il natale in un sacchettino di plastica amorevolmente legato con un nastrino bianco ed etichettato a mano. Ecco io non vi dico altro, perché tutto quello che dovete fare è impastare burro, farina, uova e zucchero e sbizzarrirvi proprio come ho fatto io. Questa settimana, biscotti profumatissimi all’arancia, stuzzicati dallo zenzero, croccanti con farina di riso. Happy Merry Sweety Christmas.

Vi serviranno:

  • 200 g di farina 0
  • 100 g di farina di riso
  • 130 g di zucchero di canna
  • 150 g di burro
  • 1 uovo
  • scorza di 1 arancia bio
  • 1 cucchiaino e mezzo di zenzero
  • mezza bustina di lievito

Mescolate la farina di grano con la farina di riso, aggiungete lo zucchero e il burro a temperatura ambiente. “Sbriciolate” il burro con le farine e lo zucchero fino a quando non diventerà sabbioso. Aggiungete la scorza dell’arancia, lo zenzero e la mezza bustina di lievito. Lasciate riposare in frigorifero per mezz’ora. Stendete la pasta, fate i biscotti con le formine che preferite ( purché natalizie) e infornate a 180 gradi per 10 minuti circa. Spolverate con zucchero a velo e gustate con te caldo.

IMG_9751OK

 

Ecco per voi una piccola casella postale della felicità. I vostri lunedì non saranno mai più gli stessi, perché ci sarò io, con una fantastica selezione di dieci inspirational pinsad aggiustarvi l’umore per tuuuutta la settimana. Beh? Cosa ne pensate? Catapultatevi nel mio mondo Pinterest, con nuovi pins freschi freschi ogni giorno!

Che male c’è a sognare? ♡

657573b3a550fe848467bff074bb316e

from christmaholic

DSC_1480

from adailysomething


d236d988fb776f2cd26fd6ef1d95955f

from ellafrancessander

935629c8d75181a0d0eb6ef00911fd4e (1)

from park&cube

3d109c26e7d865e83a706444ea36aa75

from bellemaison23

7be23e0781faaf8e3ff15650f8d2e935

from simplydivinecreation

3a5ebef6e274d5bf407a352dd31ad4a0

from inhonorofdesign

5abf16aea215d0e0f99ae09f9f001149

from thethingsilove

c389aa70acd708e09e6cd0d7f145d045

from owenandhunter

16d69ef78407348a0415a312e5077076

from mothermag