La filosofia della torta di mele (all’Amaretto di Saronno)

IMG_9410
Arriva Ottobre, e significa torta di mele. Quella calda, confortante, che capisci che è buona anche mentre la fai, che ti mette in pace col mondo. Perché in realtà è questo che ci piace delle torte di mele: il suo profumo significa casa, ti avvolge come una coperta calda e non puoi fare a meno di scioglierti in quell’abbraccio. L’aroma della cannella, le mele calde, il burro, tutto ricorda l’autunno e preannuncia l’arrivo del Natale. Ah, il Natale. Arriverete al punto di non sopportarmi più a forza di parlare del Natale. The most wonderful time of the year: il mio countdown è già iniziato.
Ma per ora, torta di mele. Un tè caldo, magari al bergamotto o alla cannella (kaneli alle cinque del pomeriggio con la Franci). Una domenica. La pioggia fuori. È questo l’autunno, l’esigenza umana di essere coccolati e accolti quando fuori sembra brutto e minaccioso. Quindi, ripensiamo l’autunno, non come una stagione triste (come sentivo dire da due signore questa mattina al supermercato), ma come quell’esplosione di colori che ricorda la riscoperta di sé in mezzo alla moltitudine, il conforto e l’abbraccio, i momenti di pausa e l’accettazione del cambiamento, sia esso in peggio o in meglio. 
IMG_9423
IMG_9412

Il bello della torta di mele è che ogni famiglia ha la sua ricetta del cuore, che viene inevitabilmente prima di tutte le altre. Quindi non posso che dire: questa è la migliore di tutte le torte di mele, perché è la ricetta della mia nonna, con una piccola aggiunta Properly. E non è l’unica: ne conserva almeno altre tre varianti, più mele, meno mele, più latte, meno latte, preparazioni e cotture diverse. Una goduria autunnale.

Vi serviranno: (per una tortiera da 22 cm)

  • 5 mele + 3 cucchiai di zucchero + 1 limone
  • 60 g di burro
  • 150 g di zucchero
  • 2 etti di farina
  • 3 uova
  • una tazzina di latte
  • 2 cucchiai di Amaretto di Saronno
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 bustina di lievito

Pelate le mele, tagliatele a metà, trasferitele in una ciotola con 3 cucchiai di zucchero e il succo di 1 limone. In una ciotola a parte, lavorate lo zucchero con il burro a temperatura ambiente, aggiungete le uova una alla volta, il latte, l’Amaretto di Saronno, la farina setacciata, il lievito. Una volta ottenuto un composto uniforme, imburrate e infarinate una tortiera e versate il composto. Sistemate le mele con la parte tagliata rivolta verso il basso, in modo circolare, pressando leggermente per immergerle nell’impasto. Coprite ciascuna mela con poca cannella (un cucchiaino in totale), infornate a 180° per 35/40 minuti.

Mentre cucinate: Miles Davis – Autumn Leaves

IMG_9414

5 Comments

  • 2 anni ago

    Mi hai fatto sognare ad occhi aperti!!domani sicuramente la proverò !!grazie

  • Debborah
    2 anni ago

    Consiglio: potrei usare altro al posto dell’amaretto di Saronno?
    Venerdì pomeriggio mi cimento e la provo.
    Grazie!!!!

    • Sofiachilesi
      2 anni ago

      Se vuoi stare sull’alcolico (eheh) il rum è la sua!!!

  • Roberta
    2 anni ago

    Ciao Sofi! Sono la mamma della Paci. Il tuo sito è bellissimo!!! Domenica assaggeremo la tua torta di mele. Ciao!

    • Sofiachilesi
      2 anni ago

      Ciao Roberta!! Ho ricevuto le foto dalla Paci, torta bellissima e sicuramente più buona della mia!! Sono felicissima che ti piaccia, vi mando un bacione! :*

Cosa ne pensi? Share the love! ♡

Related Posts