Pesche bianche rosé alla vaniglia e un giorno di pioggia

IMG_9283 copia

Oggi è il 23 Settembre, è il primo giorno d’autunno e il cielo ce l’ha fatto capire. Mi sono svegliata tardi in una Trento con le nuvole basse e dense, la pioggia che scendeva fitta e il vento che colpiva la vite americana del palazzo di fronte (ancora un po’ di settimane, e prenderà un colore rosso intenso che vi farebbe innamorare). Oggi è una giornata da tè caldi alternati a risotti di zucca, un pasticcino a metà pomeriggio, tante coperte, un libro infinito, profumo di legna. Le infinite sfumature dell’autunno, le printemps de l’hiver. Chi ha voglia di uscire? E’ iniziata la stagione che si osserva dalle finestre, dai vetri delle macchine, dai tavolini al bar: l’autunno non è da vivere, ma da amare con gli occhi e da assaporare.

IMG_9292 copia

Per il nostro primo giorno d’autunno ho pensato a queste pesche tuffate nel rosé aromatizzato alla vaniglia. Sono un’esplosione di sfumature di dolcezza: tre sapori dolci che insieme scoprirete non risultare ridondanti. Anzi, penserete, “sono nati per stare insieme”.
Io mi immagino a Parigi, in un sesto piano nel Marais con terrazzino, accoccolata su una poltrona, osservando affascinata i tetti e la vita parigina che scorre dentro le case. Di cieli rosa non se ne vedono, abbiamo solo le nuances tenui delle pesche, del vino, della vaniglia. Questo è il potere del cibo: con i suoi profumi e sapori apre mondi paralleli di ricordi, possibilità e infinita dolcezza.


Vi serviranno
: (per 3 persone)

  • 3 pesche bianche grandi
  • 70 g di zucchero di canna
  • 200 ml di vino rosé
  • mezza stecca di vaniglia
  • 1 limone bio

Versate il vino in un pentolino insieme allo zucchero e ai semi estratti dalla mezza stecca di vaniglia, più la stecca di vaniglia stessa. Portate a bollore, abbassate leggermente la fiamma e lasciate cuocere per 10 minuti. Nel frattempo scottate le pesche con la pelle in acqua bollente per circa 5/7 minuti. Scolatele, togliete la pelle, tagliatele, sistematele in una ciotola o in un piatto. Una volta intiepidito il vino sciroppato, versatelo sulle pesche. Servite dopo aver aggiunto una spolverata di buccia di limone grattugiata.

Mentre cucinate: Talking Heads – This must be the place

IMG_9290 copia

1 Comment

  • Annalisa
    2 anni ago

    Che goduria, per gli occhi e per il gusto! Comunque “magnare le pesche al rosé is the new spaccarci ammerda”.
    Perdona il commento poco poetico ma dovevo lasciare il segno!

Cosa ne pensi? Share the love! ♡

Related Posts