Caviale di melanzane, ultimi ricordi d’estate

IMG_9251_OK

Scrivo mentre sta cuocendo il ragù con la ricetta della nonna, e sentendo il profumo non ci posso credere che mi stia venendo esattamente come il suo. Riprodurre fedelmente i profumi e i sapori della sua cucina non significa solo raggiungere il più alto grado di perfezione (che nella mia scala, vi assicuro, è molto molto in alto), ma soprattutto avvicinarmi alla parte più intima e calda del mio cuore. Cucinare per me non è mai stato un passatempo: è il modo più diretto che conosco per esprimermi, quello più naturale. Le mie mani sono il linea diretta con quello che sento: se sono arrabbiata, mai e poi mai mi verrà qualcosa di buono. Per una strana sequenzialità degli eventi, se sono triste al contrario mi verrà qualcosa di molto molto buono, e molto molto dolce. Se sono felice, mi viene un buon ragù.

 

IMG_9240_OK

IMG_9250_OK

Con questa ricetta ho deciso di avvicinarmi alla nonna in un altro modo: in questo caviale di melanzane ci sono tutti ingredienti km zero, provenienti dal suo orto. Le melanzane, succose e dense; i pomodori, dolci e saporiti; il basilico, che fa subito estate. Il caviale di melanzane è una ricetta tipicamente mediterranea e viene rivisitata e adattata dalla Grecia al Medioriente. E’ quell’ultimo ricordo di estate che porto con me, magari su un pezzo di pane tiepido, in un’ultima serata dai tramonti rossi e il vino fresco frizzante, davanti a una lunga tavolata con tanti bicchieri e tante candele. Portiamoci dentro queste piccole gioie prima di farci avvolgere da un autunno freddo di mille colori, in una coperta di biscotti e tè, con tante torte, tante creme, tanto comfort food e in un attimo è già Natale con mille luci e tanta neve.

 

Vi serviranno:

  • due grosse melanzane
  • un pomodoro (cuore di bue)
  • basilico genovese e basilico greco
  • maggiorana
  • uno spicchio d’aglio
  • mezzo limone
  • sale, olio evo

Tagliate in due per il lungo le melanzane e mettetele con la polpa rivolta verso l’alto (dopo averla incisa a rombi) su una leccarda ricoperta da carta da forno. Salate e infornate a 180° per minimo 50 minuti. Dopo 30 minuti tagliate a metà il pomodoro e cuocetelo accanto alle melanzane, sempre con la parte della polpa rivolta verso l’alto. Una volta cotte (la polpa si sarà ammorbidita), togliete con un cucchiaio la polpa delle melanzane e togliete la pelle al pomodoro. Passate in un colino il pomodoro per eliminare l’acqua in eccesso, tritate la polpa delle melanzane, mescolate il tutto e aggiungete mezzo spicchio d’aglio tritato, il succo di mezzo limone, basilico e maggiorana a piacere, sale e tre giri d’olio. Lasciate raffreddare e servite su una fetta di pane tiepido (io ho usato i miei panini al latte). Potete utilizzare il caviale di melanzane anche come condimento per la pasta, è fantastico!

Mentre cucinate: The Weeknd – Can’t feel my face

 

IMG_9254_OK

3 Comments

  • Mamy
    2 anni ago

    Avrei assaggiato direttamente dallo schermo! E come sempre sento i profumi e mi pare persino di sentire i sapori! Anche stavolta tutto bello, confortevole e vero..

  • Annalisa Pietrobelli
    2 anni ago

    Da provare, questa ricetta è di sicuro alla mia portata!

  • Z
    2 anni ago

    confermo che oltre essere presentata bene la ricetta è anche buonissima , come quella della nonna , l’ho assaggiata !!!!!!!!

Cosa ne pensi? Share the love! ♡

Related Posts